•  
     
     
    Gioi
     
     
    www.comune.gioi.sa.it/
     
    GIOI, il paese dei due campanili e della  soppressata “lardellata”
     
    Gioi è un piccolo borgo di 1366 anime che sembra quasi dolcemente appoggiato su di uno sperone roccioso a quasi 700 mt s.l.m. La posizione gli regala uno straordinario panorama sul Cilento ricco di querce, castagne, felci, ulivi. Solo la frazione Cardile, unica, è situata lungo il pendio di una Collina, più a sud.
     
    ARTE E CULTURA
    Avamposto difensivo
    Gioi è un paese ricco di storia, che doveva essere all’origine un avamposto difensivo di Velia, per poi divenire quindi nel periodo medievale fortezza. Non a caso si conservano ancora alcuni tratti della cinta muraria con torri circolari e quadrangolari, nonché una delle porte di accesso detta “Porta dei Leoni” per la presenza di due sculture in pietra locale raffiguranti leoni alla base dei due pilastri laterali. Sull’attuale belvedere sommitale era situato il castello di cui restano solo le mura perimetrali.
    I due campanili
    Gioi viene anche nominato come “il paese dei due campanili”, in quanto dotato di altrettante chiese principali: l’una dedicata a S. Eustachio e l’altra a S. Nicola. Percorrendo le vie del paese si possono osservare anche i portali in pietra di vari palazzi signorili.
     
     Convento San francesco
     
    Un particolare interesse riveste il convento di S. Francesco, costruito nel 1466 affinché a Gioi potessero soggiornare i Frati Minori. La comunità di Gioi costruì, a spese dell’università e con il contributo del popolo. Il 13 ottobre del 1466 fu piantata la croce e si diede inizio alla costruzione del convento che terminò non molti anni più tardi. Al piano terra la chiesa, il chiostro, il refettorio, la cucina, la dispensa le varie officine ed il giardino. Al piano superiore i dormitori, le celle dei frati ed altri luoghi comuni quali la biblioteca e la stanza della fraternità. Tutto il complesso era avvolto nella clausura tranne la chiesa che era un luogo pubblico e per il culto.
     
    Prodotti tipici: la soppressata di Gioi
     
    Gioi è molto conosciuta per la produzione di un salume tipico molto prelibato, la “soppressata di Gioi”, diventata recentemente presidio Slow-Food. Caratteristica di unicità del salame affumicato  La caratteristica di questo salame è di avere al centro pezzo di grasso, il cosiddetto “lardo”, da cui la dicitura “soppressata lardellata di Gioi”.
     

     
     
     
     
     
    non ho trovato itinerari
    0974.270199; 339.8646203 -  bbquercia@email.it
    Il Bed and Breakfast “La Quercia” è situato a Gioi, nel parco nazionale del “Cilento e Vallo di Diano” a pochi chilometri dal mare e dalla montagna, in una vecchia casa contadina completamente ristrutturata. La struttura è in aperta campagna, in una suggestiva ...
     
     
    Iniziativa finanziata dal Programma di Sviluppo Rurale per la Campania 2007- 2013, Asse 4 - Leader Organismo responsabile dell' informazione: GAL CILENTO REGENERATIO Autorità di gestione: Regione Campania – A.G.C. 11 Sviluppo Attività Settore Primario.
     
     
    iscrivimi  cancellami
     
    Array ( [r] => citta [id] => gioi [lan] => it ) 1Array ( ) 1bool(false)